Menu Content/Inhalt
Home
Sarsina e dintorni E-mail

Il Comune ha una superficie di oltre 100 kmq e si estende dalla media valle del torrente Borello a quella del Savio e lungo il corso del torrente Para, con un paesaggio mutevole che raggiunge la massima altitudine con il monte Rocchetta (812 m).  

Abitanti al 31-12-2006:

3659

Superficie:

101 Km²

Altitudine s.l.m. del capoluogo:

243 m.

Regione:

Emilia-Romagna

Provincia:

Forlì-Cesena

CAP:

47027


Oltre ad interessi storici ed artistici, Sarsina vanta notevoli attrattive sotto l'aspetto culturale e naturalistico.

Le "
marmitte dei giganti" lungo il torrente Molinello ed il fosso Lagaccio, all'uscita dell'abitato di Sarsina in direzione Bagno di Romagna, sono un particolare fenomeno di erosione fluviale, considerato unico in Romagna e raro in Italia.

Di grande interesse anche la vasta zona a Nord-Ovest di Sarsina. Si tratta di un ambiente incontaminato, praticamente privo di insediamenti, dove sono visibili resti di umili case e le rovine delle pievi di Careste, Ruscello e Badia San Salvatore in Montalto, che costituisce una meta ideale per escursioni.
In questa zona, a cura del gruppo "Anonima Pedalatori" di Sarsina sono stati tracciati
percorsi per mountain bike, considerati tra i più belli d'Italia, che sono opportunamente segnalati, secondo il grado di difficoltà, all'inizio della strada comunale per Careste.

Di particolare pregio ambientale anche il tratto del fiume Savio, tra Valbiano e Quarto.
In località "ponte di Saraffa" il fiume è attrezzato per l'attività canoistica a cura del gruppo sportivo "Canoa Corebo" di Cesena.

Da non perdere il piccolo borgo di Calbano: piccole case, piccole strade, gradini di pietra, una chiesetta e due belle torri a difesa - quasi un set cinematografico - compongono il borghetto oggi ristrutturato ed abitato da 12 famiglie. Proprio sotto il borgo di Calbano, in un alveo naturale degradante, è stata costruita l'Arena Plautina per le recite classiche estive. Ottima acustica, perfetta visibilità, circa 1100 posti, l'Arena, con i suoi spettacoli, è una delle attrazioni di Sarsina.

Al periodo medioevale risalgono i due castelli situati nella strada per S.Martino-Monteriolo: il "castello di Casalecchio" e il Palazzo Baronale del Piano.

Di notevole interesse anche il tratto del territorio comunale ricadente nella valle del torrente Borello.
Molto caratteristico è il borgo più antico di
Ranchio costruito sopra uno sperone roccioso. Nella chiesa parrocchiale, oltre ad un sarcofago romano, sono custoditi alcuni quadri del pittore Michele Valbonesi (1731/1808).

A Pieve di Rivoschio (non lontanto da Ranchio), suggestiva località collinare, dove durante la II Guerra Mondiale si trovava il Comando della VIII Brigata Partigiana "Garibaldi", è stato costruito, a ricordo, il "Parco della Resistenza e della Pace". Qui nel periodo estivo si svolge una rassegna di Teatro Dialettale.